• 10434 Soazza - Mostra del libro
  • 10430 Swingando à la carte
  • 10346 «Il fascino discreto delle vestigia»
    Dal 19 maggio al 18 giugno 2017 ...
  • 9113 My Charm - Moesa d’AUr
  • 8344 Fuori ... posto!
Aggiungi un messaggio o rispondi ad un messaggio
Aggiungere un messaggio
In risposta al messaggio di giovedì 11 giugno 2015:

La citazione tratta dal pensiero di Carlo Cattaneo, figura di grande rilevanza nel diciannovesimo secolo che dedicò gran parte del suo impegno nella politica e nella vita sociale dell’epoca offre svariati spunti di riflessione circa un argomento che resta sempre e comunque di grande attualità. Per riuscire a capire quale sia l’importanza ed il ruolo che l’istruzione e la cultura rivestono nella vita dell’uomo si può certamente partire da alcuni avvenimenti storici: tra il sedicesimo e il diciassettesimo secolo, periodo durante il quale si diede notevole impulso al commercio illegale di vite umane dalle coste dell’Africa verso l’America, gli schiavi che lavoravano nelle piantagioni erano privati della possibilità di istruirsi, anche solo della capacità di leggere e scrivere, in quanto ciò poteva sicuramente portare ad una loro emancipazione e quindi ad ottenere condizioni lavorative e di vita decisamente migliori. E ciò accadeva anche nell’antica Roma. Da sempre, dunque, l’uomo riconosce la grande importanza ed il potere della cultura. Spostando il discorso in una dimensione più vicina a noi, possiamo certamente affermare che questo potere non è stato in alcun modo intaccato dal trascorrere del tempo, ma si è, sotto certi aspetti, consolidato: al giorno d’oggi il diritto all’istruzione è senza dubbio una delle basi più solide sulla quale poggia la nostra Costituzione e la nostra società ed è un punto di riferimento imprescindibile. Solo attraverso l’istruzione e la cultura l’uomo ha la possibilità di rendersi realmente e completamente libero. La libertà che qui viene chiamata in causa va intesa in senso assoluto: libertà di pensiero, libertà di poter prendere decisioni autonome sulla base delle proprie conoscenze ed esperienze, libertà di porsi nella società. C’è da dire comunque che negli ultimi decenni abbiamo assistito ad un netto miglioramento del livello di istruzione della popolazione. Tra i fattori che hanno contribuito a questo miglioramento, oltre ovviamente al consolidamento del diritto all’istruzione di cui abbiamo già parlato, c’è sicuramente la diffusione e l’influenza dei mezzi di comunicazione di massa, che però devono essere utilizzati in maniera intelligente ed oculata. Conoscenza e competenza sono dei punti fermi dai quali partire per potersi inserire ed imporre nella società moderna e nel mondo lavorativo. Ecco allora che l’istruzione diventa così anche libertà di poter decidere del proprio futuro. L’istruzione è l’impulso e la base per la crescita personale e collettiva. Cerchiamo quindi di tenere alto il livello d’istruzione e della scuola nelle nostre realtà vallerane.
Con questa riflessione auguro buone vacanze e buona estate a tutto il mondo scolastico



moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Un messaggio, un commento?
  • (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Chi sei? (opzionale)

Sponsors