• 12190 Aperitivo indigesto!
  • 12188 Andrea Vitali a Grono
  • 12188 Andrea Vitali a Grono
  • 12170 Divertiamoci in Biblioteca
  • 12103 Materia grigia!
Ricordiamoli - i nostri cari
martedì 30 agosto 2016.
In ricordo di Antonio Tamò
di Nicoletta Noi-Togni

Silenziosamente, in una notte di qualche settimana fa, ci ha lasciato Antonio Tamò. Nato a San Vittore, il giorno di Sant’Antonio del 1946, Antonio con il fratello gemello Fernando – da qualche anno deceduto – è sempre vissuto a San Vittore. Con la sorella Gisella ed oltre che con il fratello gemello, con i fratelli Alberto e Mario e con i genitori Maria e Ugo. Tutti vissuti nella grande casa di Favera, Antonio era da qualche anno l’unico ancora vivente di questa grande famiglia. Con lui si chiude la storia di un casato: quello dei Tamò di Favera. Non vedremo più Antonio percorrere i viottoli di Favera e della Mulinata, non lo vedremo più avviarsi di mattino presto verso il bosco ed alla sera sedersi ai bordi del riale che amava molto. Antonio che era molto attento alle intemperanze del riale di Favera e non mancava di avvertirmi quando si avvicinava qualche uragano. Un’attenzione la sua che ricordo con rispetto; quello che si deve ad una persona generosa che si preoccupa per gli altri. Riposa in pace, caro Antonio.

top

Il saggio non si giudica indegno dei doni della fortuna, non ama le ricchezze ma preferisce averle; non le accoglie nell’animo ma le tiene in casa; non rifiuta quelle che possiede ma le domina e vuole che essa offrano maggiori possibilita’ alla sua virtu’.

Seneca

 
Sponsors