• 14779 Grono - Il mago Corona a Libri in Libertà
  • 14757 Greenday 2020 – Festa della sostenibilità
  • 14730 Attenti a "Radar" c’è Lulo!
  • 14617 Apphalthopolis
Varie
martedì 25 agosto 2020.
Il Paese sulla carta. Mostra di carte geografiche storiche al Museo Moesano

Attingendo all’importante patrimonio cartografico della Fondazione F., M. e G. P. Giudicetti di Cama, il Museo Moesano presenta una mostra di carte geografiche, alcune molto rare, relative alla Svizzera, ai Grigioni e al Moesano, che spaziano dalla fine del XV all’inizio del XXI secolo.

La scelta delle carte esposte, una cinquantina, riflette le principali tappe che hanno caratterizzato la cartografia, dai pionieri del Rinascimento agli studiosi del XVIII secolo per poi passare alle carte topografiche ufficiali pubblicate nel XIX e XX secolo. Non mancano nemmeno le carte curiose o insolite in forma di giochi, puzzle, cartoline, francobolli e persino … apribottiglie! Una mostra che appagherà l’appassionato di cartografia storica ma che stimolerà e divertirà un pubblico curioso di scoprire i più svariati modi di rappresentare montagne, località, corsi d’acqua, confini, vie di comunicazione, ecc. del nostro Paese. Le mappe geografiche hanno infatti un valore storico e talvolta artistico ma sono anche documenti curiosi e affascinanti che consentono di esplorare una vallata, una catena di montagne, una regione o l’intera Svizzera in pochi centimetri quadrati di carta.
La realizzazione della mostra è stata possibile grazie al sostegno di Coop Cultura, della Promozione della cultura dei Grigioni e della Fondazione Giudicetti.
Il vernissage avrà luogo domenica 30 agosto 2020 alle ore 17:00 al Museo Moesano, Via Favera 11, 6534 San Vittore, seguita da un rinfresco.
La mostra sarà accessibile al pubblico durante gli orari d’apertura del Museo (mer, ven, dom, 14-17) dal 2 settembre al 25 ottobre 2020.
Visite di gruppo possibili su appuntamento anche fuori dagli orari di apertura.

PDF - 574.8 Kb
Moesano
top

Ognuno desidera che la vita sia semplice, sicura e senza ostacoli; ecco perché i problemi sono tabù. L’uomo vuole certezze e non dubbi, risultati e non esperienze, senza accorgersi che le certezze non possono provenire che dai dubbi e i risultati dalle esperienze.

(Carl Gustav Jung)

 
Sponsors