• 13955 Alla salute!
Comunicati
sabato 30 novembre 2019.
Parlamento: CF: sport invernali, ok a studio per istituire 3-4 centri

(ats) Prendendo ad esempio i centri sportivi di Macolin (BE) e Tenero, adatti soprattutto per gli sport estivi, la Confederazione dovrebbe esaminare la possibilità di crearne da 3 a 4 destinati soprattutto alle attività invernali.

Sollecitato su questo punto da un postulato di Stefan Engler (PPD/GR), il governo si dice pronto a studiare il problema e a riferirne entro la fine dell’anno prossimo.

Per il consigliere agli Stati grigionese, è importante che i giovani non perdano il contatto con gli sport invernali. La proposta di istituire al massimo 4 centri dedicati agli sport invernali tenendo conto delle varie regioni del Paese, "intende essere un’alternativa all’idea originaria della Confederazione di realizzare un unico centro nazionale per gli sport della neve".

La Confederazione aveva congelato nel 2016 un simile progetto fino al 2023 a causa delle prospettive sfavorevoli a livello finanziario. Tuttavia, scrive Engler, in diversi Cantoni si continua a lavorare a progetti specifici per una data località. Per l’autore del postulato, agendo in questo modo s’intende consentire la realizzazione in tempi brevi di tali impianti.

Per Engler, i futuri centri sarebbero destinati innanzitutto allo svolgimento di corsi nel campo della formazione e del perfezionamento (G+S, allenatori, docenti), allo svolgimento di campi in diversi sport della neve e - se adatti - ad attività nello sport di prestazione. La Confederazione sosterrebbe un’offerta fatta su misura per promuovere gli sport invernali a prezzi accessibili comprendente viaggio, alloggio, vitto, materiale sportivo e accesso agli impianti.

Nella sua risposta l’esecutivo precisa che, in considerazione dei progetti attuali in varie regioni del Paese, è disposto a elaborare il rapporto in questione e a sottoporlo all’attenzione del Parlamento entro la fine del 2020.

top

La cosa più preziosa che puoi ricevere da chi ami è il suo tempo.
Non sono le parole, non sono i fiori, i regali. È il tempo.
Perché quello non torna indietro e quello che ha dato a te è solo tuo, non importa se è stata un’ora o una vita.

(David Grossman)

 
Sponsors