• 13789 Incantatori
  • 13775 Proteggere le vittime, rafforzare la scuola!
  • 13770 Cess...tini in oltra!
Regionale
sabato 3 agosto 2019.
Roveredo - Gruppo Roveredo Viva risponde!

Pubblichiamo il comunicato inviatoci dal gruppo Roveredo Viva.





Carissime Concittadine,

Carissimi Concittadini,

In merito al consiglio comunale straordinario, che si è svolto il 26 luglio, il Gruppo Roveredo Viva ribadisce e appoggia la linea seguita all’interno del Municipio di non ricorrere come Comune al Tribunale Federale. Questa decisione, cela dietro di sé delle motivazioni che molto probabilmente chi sta leggendo non conosce ed è bene che conosca.

In primo luogo, quanto fatto da Guido Schenini - a seguito delle votazioni - non rappresenta nulla di fuori luogo o politicamente scorretto. È la legge cantonale sui diritti politici a fissare la possibilità, in caso di scarto minimo (inferiore allo 0,3%, ndr) tra un candidato e l’altro, di poter procedere ad una riconta .

In secondo luogo, la scelta di ricorrere al Tribunale Amministrativo dei Grigioni, è stato un atto inevitabile vista la situazione rivelatasi in sede di riconta, appunto.

Il materiale contestato si componeva di diverse schede doppiamente crociate; alcune presentavano nomi cancellati pare in un secondo momento e non da ultimo di una scheda cui mancava il timbro. Il Tribunale Amministrativo, rifacendosi ai principi di legge cui compete, ha fissato dei criteri quanto più possibile a tutela della volontà del votante. Riteniamo sia sufficiente questa motivazione per poter convincerci che ciò che ne sia scaturito, sia stata una decisione giusta, equa e che rispetti l’autonomia del nostro Comune. Visto che: “solo laddove la volontà dell’elettore non fosse chiara, il voto è stato reso nullo”.

Il 26 luglio nel consiglio comunale straordinario, richiesto dal Partito Liberale e da Roré Etica, si è avuto modo di parlare allo sfinimento di tutto ciò in presenza dell’Avv.Toschini.

Finora, il conto pagato dal Comune, per questa diatriba, è stato di ca. 36’000 CHF. Soldi, che in gran parte sono serviti per ristabilire una situazione “normale” all’interno del Municipio. Soldi, che sicuramente potevano essere spesi meglio per la comunità.

Roveredo ha ancora tanto da fare, da dare e da mostrare. Continuare a gettare benzina sul fuoco e a far lievitare il conto sul groppone dei cittadini, ci sembra troppo. Una soluzione per questa situazione c’è! Noi ce l’abbiamo, e l’abbiamo proposta la sera stessa, durante il consiglio comunale: rivedere il regolamento comunale sulle votazioni, migliorarlo nelle parti deboli e rendere attento l’elettorato su come votare. Esiste una commissione, che si occupa degli statuti e dei regolamenti, usiamola! Lavoriamo insieme per migliorare. Fare le veci di un tribunale non è nostra competenza.

Ribadiamo che il bene delle popolazione viene al primo posto.

Se un singolo cittadino - o un gruppo politico di cittadini - vuole ricorrere al Tribunale Federale, lo faccia di proprio pugno e con le proprie tasche.

Roveredo deve ripartire e non continuare a guardarsi indietro.

Gruppo Roveredo Viva

top

„I felici sono felici per il possesso della giustizia e della temperanza e gli infelici, infelici per il possesso della cattiveria.“

Platone

 
Sponsors