• 13610 Che cactus è?
  • 13570 Street bottles art!
  • 13504 La strada del San Bernardino in mostra all’Ospizio
Regionale
giovedì 4 luglio 2019.
Dario Pesenti, segretario comunale di Grono, a meritato riposo

In una serata festosa, alla presenza di circa 400 cittadini, organizzata per ricordare l’aggregazione dei tre comuni di Leggia, Grono e Verdabbio è stato anche festeggiato il pensionamento del segretario comunale Dario Pesenti e del maestro Erno Menghini che dopo 31 anni di fedele e costante servizio (il primo) e 43 anni (il secondo) lasciano per il meritato riposo.
(Di Erno Menghini parleremo in un secondo servizio!)



Mi accoglie con un sorriso aperto e gioviale nella sua casa di Verdabbio. In giardino il nipotino Lorenzo gioca a fare il grande sotto gli occhi attenti della mamma Alessia. L’aria fresca del mattino invita alla riflessione e un senso di pace aleggia tutt’intorno.



Dario con il nipotino Lorenzo

Entriamo subito in argomento!
"Allora, Dario, come ci si sente in pensione? Hai avuto qualche problema ad adattarti alla nuova situazione?
"No", mi risponde, "mi preparavo a quel momento da qualche mese e per il momento almeno penso di non aver ricevuto contraccolpi, mi sento come in vacanza! Per certi aspetti, anzi, provo sollievo pensando a certi dossier abbastanza complicati che non devo più affrontare ..."
"Progetti per il futuro?" "No, non in modo particolare! Attualmente voglio dedicarmi alla mia famiglia, trovare il tempo di leggere, passione che prima non ho potuto coltivare e dedicarmi anche alla mia vigna!"



Dario con la compagna Maria, la figlia Alessia e Lorenzo

"Il lavoro di segretario comunale è piuttosto delicato e impegnativo, cosa ti senti di dire al tuo successore, la signora Mascia Navoni?"
"Mascia non è nuova a questo tipo di lavoro, ha già molta esperienza e sono sicuro che saprà cavarsela benissimo e poi, in caso di bisogno, sa che io sarò sempre a disposizione ma non vedo problemi per chi dovrà sostituirmi! La situazione finanziaria del comune si è consolidata, il dossier aggregazione è chiuso, i municipali possono lavorare senza troppo stress e il sindaco Samuele Censi, con il quale ho lavorato benissimo in questi anni, è ben motivato! Lascio una buona situazione, sono contento!"



Dario con la mamma Alma di 96 anni

Il suo sorriso e la calma che traspare dalle sue parole mi convincono che davvero Dario ha lavorato con passione e dedizione e penso che la sua pensione sia veramente meritata. Auguri Dario!


Giuseppe Russomanno
top

Una causa non buona diventa peggiore quando si vuole difenderla.

Publio Ovidio Nasone

 
Sponsors