• 13030 Archiviato l’albero dell’Avvento librario 2018
  • 13010 Visita la Val Calanca con i mezzi pubblici!
  • 13004 In fila
Lettere dei lettori
lunedì 3 dicembre 2018.
Abusi di polizia, ci vuole un’autorità giudiziaria indipendente

Gli abusi di Polizia purtroppo non mancano ultimamente nella cronaca del Canton Ticino. Azioni repressive contro un videoreporter a Chiasso, simpatizzanti neo-nazisti promossi di grado, e ancora pochi giorni fa la condanna per violenze contro un ubriaco. Sono fatti imbarazzanti che non favoriscono certo la fiducia dei cittadini nelle istituzioni.

Oggi chi intende denunciare un poliziotto si deve rivolgere alla stessa Polizia. Il Partito Comunista vuole, invece, da un lato garantire ai cittadini che ritengono di essere stati vittima di abusi da parte delle forze dell’ordine di poter denunciare i fatti a un’istanza indipendente e dall’altro valorizzare chi indossa la divisa in modo coscienzioso e professionale.

Da qui la mozione che chiede al Consiglio di Stato di istituire un’autorità giudiziaria indipendente competente a ricevere e indagare sulle denunce presentate dai cittadini contro le autorità di Polizia, così come proposto peraltro da organismi internazionali.

Partito Comunista

top

Il Carnevale, in opposizione alla festa ufficiale, era il trionfo di una sorta di liberazione temporanea della verità dominante e dal regime esistente, l’abolizione provvisoria di tutti i rapporti gerarchici, dei privilegi, delle regole e dei tabù. Era l’autentica festa del tempo, del divenire, degli avvicendamenti e del rinnovamento. Si opponeva ad ogni perpetuazione, ad ogni carattere definitivo e ad ogni fine.

(Michael Bachtin)

 
Sponsors