• 12809 Un originale camping per rottami
  • 12803 Stalle Nacht
Cultura
venerdì 23 novembre 2018.
S u l P i z z o P o m b i
Di Clemens a Marca







Ave o Pombi
che da mane a sera
silente, maestosamente
spazi su chi arriva, chi parte,
chi nasce e chi muore.

Quando un manto di nebbia
ti copre a cappello,
ascolti l`Anime dei nostri Vecchi
e parli a noi , di loro.

Quando il sole del mattino
illumina la Tua cima
verve
ridai a chi d`appresso * stupefatto ammira
la Tua immane bellezza,
le falde d`onde hai fatto l`Europa,
nascosto Chi ** di libertà soffriva.

Oggi, paziente dai riparo
al camoscio, al gipeto, ai fiori delle rocce.
Che Uomo più passar non debba
il Tuo Porton per fuga,***
e manco imbracci l`arme,
se non per caccia.


CaM, settembre-91

*) ... d` appresso = significa che per apprezzarne a pieno la bellezza bisogna salirvi.
* *) i partigiani.
***) Il “Porton del Pombi” è un gran foro sotto le rocce, che permette di passare da Italia a Svizzera e viceversa.

Clemens a Marca, 2.9.-91, Poesia scritta per chi arriva al -OMETT =in cima al piz Pombi.

LEGGENDA

- Sul pizzo Pombi = versi liberi, scritti il 2.09. 1991, da Clemens a Marca-40, Mesocco, salito +volte sul Pombi, spartiacque tra Svizzera e Italia.
Alto 2967m.s.l.m., quasi per antonomasia il Pombi è il Simbolo dell`Amicizia tra la Val s.Giacomo,( = “la Val di Giüst”) e la Mesolcina, che conta molte Famiglie di origine Valchiavennasca.
In giornate chiare o ventose, dalla sua cima si vede brillare “ la -Madunina del Dom-de-Milan- “. Per la sua altezza è (a tratti), visibile anche dal piano di Magadino.
Nel periodo bellico, “funzionava” la - Baita del Pezzati -, situata a mo` di sentinella sulle falde (verso Soazza) della Valle del Pombi , come rifugio dei Partigiani e di Chi non volle sottomettersi al Regime mussoliniano ***) Permetteva di sottarsi a i -raids- della milizia italiana-nazi-fascista, dile- guandosi nei boschi e-o anfratti a settentrione ( su suolo Svizzero), inespu- gnabili, sia per la rapidità con la quale venivano raggiunti dalla Baita, sia per difficoltà morfologiche del terreno, data la zona impervia!
Operazioni di “pulizia” nazifasciste in Zona furono previste piu volte; sempre rinviate causa le note difficoltà. Gli ufficiali avevano capito, che sconfinare con le armi in un luogo strategicamente difendibile da poche unità-di-fuoco partigiane, avrebbe portato a fallimento sicuro.
Negli anni -40 gli elicotteri non erano ancora in loro dotazione e senza quelli i Partigiani lassù erano inaccerchiabili.
Col tempo la baita è ridotta a un rudere (“solum” in dialetto). Un giorno,forse, verrà ricostuita in memoria. Mai dire mai!
CIN-CIN e Buona Discesa a Voi Alpinisti di rispetto, che siete arrivati fin sulla cima!
ALEGHER! by Clemens a Marca, Mesocco-sett-91.

(***) Fonte: sig. Guglielmo e Moglie, intervistati dal sottoscritto/1985- nel loro Grotto-ristorante di Olmo-Val S.Giacomo.

P.S. Questa poesia, si trova nel “OMETT” sulla cima del Pombi.

top

Vivere per gli altri, non è soltanto la legge del dovere, ma anche la legge della felicità.

(Auguste Comte)

 
Sponsors