• 12740 Grono - Mercatino San Clemente
  • 12726 Cose strane ... scusate ... scale strane!
  • 12691 Autunno
Politica
venerdì 26 ottobre 2018.
Parlamento approva scuola universitaria per tecnica ed economia

(ats) Approvata oggi in Gran Consiglio retico con 111 voti favorevoli su 112 validi (un astenuto) la realizzazione della Scuola universitaria per la tecnica e l’economia (UTE) nella città di Coira. L’investimento lordo previsto ammonta a 125 milioni di franchi, 90 dei quali a carico del Cantone. Se il credito verrà approvato anche dal popolo, il centro universitario diventerebbe realtà entro il 2025.

Grande consenso in seno al Parlamento sul fatto che l’UTE sarà fondamentale per accrescere la competitività dell’economia pubblica grigionese formando specialisti nelle discipline tecnico-scientifiche, dove la forza lavoro a livello cantonale è attualmente scarsa, che consentiranno alle imprese industriali grigionesi di svilupparsi come auspicato.

Tuttavia, nonostante la decisione fosse già presa, la discussione in Parlamento si è prolungata per tre ore circa: oggetto della contesa il luogo scelto, ovvero l’area Pulvermühle, dove il nuovo centro andrà a completare il complesso scolastico già esistente (sull’area sorge già un edificio della HTW, la scuola universitaria professionale di tecnica ed economia di Coira). Ubicazione che, come ribadito più volte durante la discussione, consente tempi di realizzazione più rapidi e costi inferiori. D’altro canto, tra le critiche più ripetute, la distanza dalla stazione dei treni e degli autobus e la mancanza di una connessione rapida ed efficiente attraverso mezzi pubblici rispetto ad altre possibili ubicazioni.

Dalle fila del PBD, Paolo Papa ha sottolineato i vantaggi dell’area Pulvermühle: la possibile concentrazione in un’unica sede e la possibilità di un ampliamento in futuro. Quanto alla difficile accessibilità con mezzi pubblici e la lontananza da un punto strategico, ha auspicato la creazione di nuove buone connessioni tra la stazione e la zona della scuola, con una cooperazione tra Cantone e Città di Coira.

Il PS accoglie la costruzione dell’edificio nel luogo scelto dal Governo, ha detto Wilhelm Philipp a nome della frazione, riconoscendo tuttavia gli svantaggi, soprattutto perché "l’80% degli studenti della scuola arriva da fuori cantone. Bisognerà trovare il modo di sfruttare i vantaggi e minimizzare gli aspetti negativi", ha concluso Wilhelm.

Gli investimenti lordi previsti sono pari a 125 milioni di franchi, di cui circa 30 milioni da contributo federale e altri 5 dalla vendita di immobili dell’UTE stessa. Ne risulta un’esigenza finanziaria del Cantone pari a 90 milioni di franchi. Anche per quanto riguarda questo punto il Gran Consiglio ha approvato il credito da parte del Cantone con un solo voto contrario. Sul credito spetterà tuttavia al popolo l’ultima parola.

A seguito della riorganizzazione della Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Orientale (FHO), la convenzione concernente la scuola universitaria NTB (ex Nuova Scuola Tecnica di Buchs) stipulata tra i Cantoni di San Gallo e Grigioni nonché il Principato del Liechtenstein va abrogata. Anche su questo punto la votazione ha visto 110 voti a favore e due contrari.

top

“Vi sono momenti, nella Vita, in cui tacere diventa una colpa e parlare diventa un obbligo. Un dovere civile, una sfida morale, un imperativo categorico al quale non ci si può sottrarre.”

ORIANA FALLACI

 
Sponsors