• 12726 Cose strane ... scusate ... scale strane!
  • 12690 Cipressi
Regionale
venerdì 19 ottobre 2018.
Per il centenario della Pgi: 100 viaggi e viaggiatori attraverso le valli grigionitaliane dal 1742 al 2014
di Lino Succetti


100 Sguardi sulle quattro vallate di lingua italiana del Canton Grigioni con 100 resoconti di viaggi e viaggiatori (90 viaggiatori e 10 viaggiatrici, italiani, francesi, inglesi, tedeschi, persino una versione in svedese o provenienti dalle varie regioni linguistiche della Svizzera), dal lontano 1742 al 2014, testimonianze di viaggio in parte in lingua originale e appositamente tradotte. È questa la particolare e significativa raccolta di oltre 260 pagine, nata per i 100 anni della Pro Grigioni italiano (Pgi).

Come scrive nella prefazione la consigliera nazionale Silva Semadeni “Nelle testimonianze di viaggio, nei testi di autori non valligiani raccolti nel volume, incontriamo le valli grigionitaliane come si presentano a chi valica le Alpi, ma anche a chi si interessa della nostra storia e della nostra cultura di periferia”.

Nell’antologia curata da Gianna Conrad in collaborazione con Paolo G. Fontana e con Micole Gotti per le traduzioni di numerosi testi stampati anche nella lingua originale e con la consulenza della Commissione della Collana letteraria Pgi, troviamo i resoconti di viaggi, realmente e personalmente compiuti da grandi autori come Marcel Proust, Matilde Serao, Antonio Fogazzaro, Piero Chiara, Mario Soldati, Ernst Bloch, Rainer Maria Rilke, Hermann Hesse, Friedrich Dürrenmatt e Conrad Ferdinand Meyer, assieme a testimonianze di autori e autrici meno conosciuti, in gran parte ricordi sorprendenti che spaziano, come sottolineato nella presentazione del volume “oltre che sulle bellezze naturali e architettoniche delle vallate del Grigionitaliano, sui temi quali l’emigrazione, l’identità grigionitaliana e il ruolo del confine in relazione allo scambio interculturale”.



La presentazione dell’antologia in Mesolcina si è svolta venerdì 19 ottobre nello storico Palazzo Camacio, costruito nel 1670 nella frazione di San Giulio a Roveredo. Per l’occasione nel corridoio del pian terreno e nelle imponenti cantine del palazzo è pure stata allestita una mostra con i dipinti dei 26 pittori e pittrici che hanno partecipato al concorso indetto dalla Pgi che ha poi portato alla scelta di 7 opere per illustrare l’antologia “100 sguardi sul Grigionitaliano”.



top

Un fiocco di neve è una delle creazioni più fragili di Dio, ma guarda che cosa possono fare i fiocchi quando si attaccano insieme!

(Anonimo)

 
Sponsors