• 12625 Purga ... torio!
  • 12588 Nidesh Lawtoo - IL FANTASMA DELL’IO
  • 12414 Buche!
  • 12302 I soliti ... cani!
Politica
domenica 7 ottobre 2018.
St. Moritz scarica sindaco uscente e si affida a neofita in politica

(ats) Il voto anti-sistema arriva anche a St. Moritz: gli abitanti della rinomata località turistica grigionese hanno dato oggi il ben servito al sindaco uscente, preferendogli uno sfidante venuto da fuori che ha avuto parole dure sulla situazione in cui si trova il paese.

Christian Jenny, artista 40enne che da un paio d’anni è domiciliato a St. Moritz, ma la cui famiglia vive a Zurigo, ha ottenuto 894 voti, contro l’uscente Sigi Asprion, che dovrà rinunciare al terzo mandato avendo raccolto solo 822 schede. La partecipazione si è attestata al 70%.

Oggi si è tenuto il ballottaggio: al primo turno, il 23 settembre, nessuno dei due candidati - entrambi senza partito - aveva ottenuto la maggioranza assoluta richiesta: già allora però Jenny era in vantaggio, per 824 a 809.

In Engadina, il neosindaco è conosciuto soprattutto come organizzatore del locale e assai rinomato "Festival da Jazz", creato dieci anni or sono. Di formazione cantante d’opera, è anche implicato in varie produzioni teatrali e altri eventi culturali in Svizzera. Non aveva invece mai fatto politica: ha affermato di essere sceso in campo poiché richiesto da giovani del posto e perché avrebbe percepito insoddisfazione da parte della popolazione locale.

Durante gli appuntamenti elettorali ha usato parole forti che sono piaciute al pubblico. St. Moritz rischia di diventare turisticamente insignificante, ha detto. La località - sull’orlo di una crisi da quando è sempre più disertata da ricchi italiani e russi, mentre è inabitabile per famiglie normali a causa dell’elevato prezzo degli immobili - deve darsi una mossa, è stato in sostanza il suo pensiero. Alla popolazione l’entusiasmo di Jenny è piaciuto: ora al comando c’è lui.

top

Mio nonno mi ha insegnato la lealtà e l’onestà.
Sarebbe bastato avere un nonno diverso e magari adesso sarei potuto essere un parlamentare.

(Flavio Oreglio)

 
Sponsors