• 12643 Passero solitario
  • 12302 I soliti ... cani!
Fuori regione
giovedì 2 agosto 2018.
Forti temporali: inondazioni in Svizzera orientale

(ats) Nella serata della Festa nazionale forti temporali hanno tenuto occupati i pompieri della Svizzera orientale che hanno dovuto rispondere a centinaia di chiamate. Nel cantone dei Grigioni una colata di fango ha invaso la strada del passo della Flüela. A San Gallo la A 13 è stata sommersa dall’acqua.

I temporali sono iniziati nel pomeriggio e in serata nella parte orientale della Svizzera. Secondo SRF Meteo la pioggia è stata accompagnata da violenti raffiche di vento che hanno raggiunto fino i 118 km/h. Nei cantoni di San Gallo e Turgovia sono caduti alberi, diverse cantine sono state inondate e tratti stradali sono stati completamente sommersi dall’acqua, ma nessuno è rimasto ferito.

Interrogata da Keystone-ATS la polizia ha confermato diversi interventi nel corso della notte senza fornire ulteriori informazioni. Il giornale locale St. Galler Tagblatt parla di 300 interventi.

A Muolen (SG), la soffitta di una casa è andata in fiamme dopo essere stata colpita da un fulmine. Ad Arbon (TG), sul lago di Costanza, il festival openair di Heizwerk è stato interrotto a causa della tempesta e della pioggia, hanno comunicato gli organizzatori su Facebook.

Le precipitazioni hanno anche perturbato la circolazione in diverse zone. Nel cantone di San Gallo l’autostrada A13 nei pressi di St. Margrethen è rimasta chiusa al traffico nei due sensi di marcia per gran parte della notte a causa di inondazioni. Nel cantone dei Grigioni, sul passo della Flüela, una colata di fango ha invaso la strada tra Davos e Susch in Bassa Engadina, ha comunicato l’ufficio di ingegneria civile locale. La strada è stata chiusa.

Tuttavia la pioggia non ha migliorato la situazione relativa alla siccità e la canicola dovrebbe perdurare fino al weekend. Per ridurre gli effetti della siccità occorrerebbero precipitazioni maggiori e per più tempo. "Ieri le piogge sono state intense ma puntuali e non durature", ha detto Markus Kägi di MeteoSvizzera a Keystone-ATS.

top

Questa è la storia di quattro persone, chiamate Ognuno, Qualcuno, Ciascuno e Nessuno.
C’era un lavoro importante da fare e Ognuno era sicuro che Qualcuno lo avrebbe fatto.
Ciascuno avrebbe potuto farlo, ma Nessuno lo fece.
Finì che Ognuno incolpò Qualcuno perché Nessuno fece ciò che Ciascuno avrebbe potuto fare.

(Anonimo)

 
Sponsors