• 12248 Sforbiciate!
  • 12218 Perle a.USTRA.li
  • 12216 Salottino letterario a Bellinzona
  • 12188 Andrea Vitali a Grono
  • 12170 Divertiamoci in Biblioteca
Politica
martedì 10 luglio 2018.
Rendere cantone attrattivo per pensionati, governo favorevole

(ats) Rafforzare l’attrattiva dei Grigioni quale cantone in cui vivere dopo il pensionamento. È l’obiettivo di un incarico di frazione del PLD che chiede l’adeguamento dell’imposta speciale su prestazioni in capitale della previdenza, ma che il governo retico ha accolto per ora "in forma attenuata". Secondo l’esecutivo, infatti, ci sono diversi aspetti da valutare prima di una proposta legislativa.

A detta dei firmatari dell’incarico, "con l’arrivo di persone a seguito del pensionamento crescerebbe non solo il sostrato fiscale generato da questa imposta speciale ma soprattutto e in modo duraturo l’imposizione ordinaria di reddito e sostanza a seguito della presa di domicilio". Tuttavia, nel confronto intercantonale, l’imposizione di tali prestazioni in capitale risulta poco attrattiva nel cantone retico.

Governo cauto: "prima questioni da analizzare"

Secondo l’esecutivo, prima di accogliere completamente l’incarico, "occorre tenere in considerazione differenti aspetti", tra cui "i principi costituzionali della parità di diritto e della tassazione secondo la capacità economica". Si dovrà inoltre valutare se tenere in considerazione anche riflessioni di politica sociale. Infine, bisognerà chiarire "in quale misura un’aliquota d’imposta più bassa sulle liquidazioni in capitale contribuisca realmente ad arrivi di contribuenti con prestazioni previdenziali molto elevate".

Il governo propone quindi di accogliere l’incarico in una "forma attenuata" procedendo ad "esaminare l’ammontare dell’imposizione su liquidazioni in capitale di fondi previdenziali, di valutarlo tenendo conto della competitività intercantonale" e, solo dopo tali valutazioni, sottoporre una corrispondente proposta legislativa.

top

“Per manipolare efficacemente il popolo, è necessario convincere tutti che nessuno li sta manipolando.”

JOHN KENNETH GALBRAITH

 
Sponsors