• 12413 Colpo si sole!
  • 12302 I soliti ... cani!
  • 12188 Andrea Vitali a Grono
Regionale
venerdì 11 maggio 2018.
Temperature in sella, tutte da pedalare da La Brévine a Grono
di Lino Succetti

Venerdì 11 maggio nell’aula magna delle scuole di Grono è stato ufficialmente presentato il progetto in tema climatico-sportivo, non competitivo e a scopo benefico, “temperature in sella”. Il tutto si svolgerà dall’ 8 all’’ 11 agosto prossimi tra “la gelida” La Brévine (che vanta il record svizzero di freddo di -41,8 °C del 12 gennaio 1987 ) e “la calorosa” Grono (che vanta quello del caldo con + 41,5 °C dell’11 agosto 2003), temperatura rilevata nella stazione di misurazione conforme ai parametri richiesti a livello internazionale.



La presentazione della brillante e singolare idea, tutta da pedalare in quattro tappe per complessivi 333 km, è stata introdotta dal sindaco di Grono Samuele Censi, appassionato di sport e geografia, che ha brevemente spiegato l’istoriarto dell’iniziativa dedicata al cosiddetto traffico lento e i punti principali riguardanti l’organizzazione (pernottamenti, supporto tecnico- meccanico, ecc.) che necessita per i partecipanti alla singolare traversata ciclistica non competitiva, che conta già alcune decine di iscritti e ne seguiranno ancora altri nei prossimi giorni.

Dopo la “parte ufficiale” del 7 agosto che coinvolgerà popolazione, autorità e stampa in terra neocastellana, si partirà l’8 agosto da La Brévine con la prima tappa che in direzione Neuchâtel e Morat raggiungerà Berna. Seguirà poi la seconda tappa in partenza dalla piazza del Palazzo federale in direzione Thun, Interlaken, Brienz e arrivo a Meiringen. Ci saranno poi le due tappe più impegnative. La terza da Meiringen in direzione Passo del Grimsel, Gletsch, Passo del Furka e discesa ad Andermatt, per poi raggiungere Grono nel tardo pomeriggio dell’11 agosto con la quarta tappa di 92 km, superando il Passo del San Gottardo.(Censi ha precisato che, per chi avesse meno tempo a disposizione, sarà possibile partecipare anche a singole tappe).

Lulo Tognola ha dato alcune spiegazioni riguardanti la parte grafica della presentazione, eseguita come sempre con la nota perizia e argomentata con l’immancabile arguzia.



Ha poi preso la parola Jean Maurice Gasser, sindaco di La Brévine, amante della bicicletta e della natura, che ha presentato le caratteristiche del suo comune di 640 abitanti, posto su un altopiano di 42 km2 ad un altitudine tra i 1030 e i 1300 m s.l.m. nella zona del Massiccio del Giura, nel distretto di Le Locle, nel Canton Neuchâtel. La località, nota per la pregiata produzione di formaggio Gruyère, è conosciuta ovunque come la Siberia della Svizzera per i suoi record di basse temperature, caratteristica che forgia l’immagine della regione che celebra pure ogni anno la Festa del Freddo.

Marco Gaia, responsabile del Centro regionale sud di MeteoSvizzera ha poi portato alcuni interessanti argomenti legati ai diversificati e interessanti fenomeni meteo registrabili in Svizzera.

Per finire ha poi preso la parola Carmen Stenico, direttrice dell’Associazione Parkinson Svizzera, che ha brevemente spiegato gli importanti scopi dell’ente che beneficerà dei proventi portati dagli sponsor alla singolare manifestazione, nata dall’abbinamento e gemellaggio dei due record climatici a livello nazionale.

Per qualsiasi informazione si può contattare temperatureinsella@gmail.com

PDF - 3 Mb
Presentazione
top

“Ho imparato che il problema degli altri è uguale al mio. Sortirne tutti insieme è politica. Sortirne da soli è avarizia.”

Lorenzo Milani

 
Sponsors