• 12190 Aperitivo indigesto!
  • 12188 Andrea Vitali a Grono
  • 12188 Andrea Vitali a Grono
  • 12170 Divertiamoci in Biblioteca
  • 12103 Materia grigia!
Fuori regione
venerdì 12 gennaio 2018.
WEF 2018: sono iniziati i preparativi all’impiego dell’esercito

Sono iniziati i preparativi dell’esercito per l’impiego a favore del Cantone dei Grigioni in occasione dell’incontro annuale del World Economic Forum (WEF) 2018 a Davos. Circa 341 militari lavorano attualmente per l’allestimento del dispositivo di sicurezza. Questa settimana l’esercito ha avviato i lavori a favore del Cantone dei Grigioni per garantire la sicurezza dell’incontro annuale del WEF 2018. Attualmente circa 341 militari sono impegnati nei preparativi e nella realizzazione delle misure di sicurezza, della logistica e dell’aiuto alla condotta.

Per l’impiego dell’esercito nell’ambito del servizio d’appoggio dal 19 al 29 gennaio, il Parlamento ha fissato un limite massimo di 5000 militari. Nella località di Davos durante l’incontro annuale vengono impiegati militari di milizia per compiti logistici, come ad esempio nell’ambito del servizio sanitario o nel disciplinamento del traffico mentre vengono impiegati militari di professione per la protezione di persone e i controlli agli accessi. Al di fuori di Davos l’esercito protegge le infrastrutture e fornisce prestazioni nell’ambito della logistica e dell’aiuto alla condotta. Per l’adempimento dei suoi compiti la truppa dispone di poteri di polizia conformemente all’ordinanza concernente i poteri di polizia dell’esercito.
La garanzia della sicurezza nello spazio aereo è di competenza della Confederazione. Su incarico del Consiglio federale, le Forze aeree rafforzano il loro servizio di polizia aerea per tutta la durata del WEF. Assicurano lo spazio aereo sopra Davos 24 ore su 24 e a seguito della vicinanza dei confini nazionali collaborano strettamente con le Forze aeree austriache. Il libero uso dello spazio aereo e degli aerodromi della regione di Davos verrà limitato dalle 08.00 di lunedì 22 gennaio al più tardi fino alle 17.00 di sabato 27 gennaio. Le Forze aeree effettuano inoltre trasporti aerei e ricognizioni aeree a favore del Cantone dei Grigioni.
I visitatori del WEF con lo statuto di «persone protette in virtù del diritto internazionale» possono essere trasportati in elicottero da parte dell’Esercito svizzero dall’aeroporto di Kloten a Davos. Anche quest’anno i visitatori del WEF hanno la possibilità di atterrare direttamente a Dübendorf. Il trasporto successivo di queste persone fino a Davos viene effettuato privatamente. Inoltre presso il suddetto aerodromo possono sostare al massimo 40 velivoli. L’aerodromo militare di Dübendorf viene classificato temporaneamente come confine esterno dello spazio di Schengen e come aeroporto doganale.
L’impiego dell’esercito ha luogo secondo il principio della sussidiarietà e la relativa responsabilità spetta alle autorità civili. Il capo generale dell’impiego è il comandante della Polizia cantonale grigionese, colonnello Walter Schlegel. Il capo Comando Operazioni, comandante di corpo Aldo C. Schellenberg, dirige l’impiego dell’esercito in qualità di comandante dell’impiego sussidiario di sicurezza (CISS).

top

Il saggio non si giudica indegno dei doni della fortuna, non ama le ricchezze ma preferisce averle; non le accoglie nell’animo ma le tiene in casa; non rifiuta quelle che possiede ma le domina e vuole che essa offrano maggiori possibilita’ alla sua virtu’.

Seneca

 
Sponsors