• 12190 Aperitivo indigesto!
  • 12188 Andrea Vitali a Grono
  • 12188 Andrea Vitali a Grono
  • 12170 Divertiamoci in Biblioteca
  • 12103 Materia grigia!
Varie
venerdì 29 dicembre 2017.
Scoperto un caso di influenza aviaria sul lago di Bienne

Prima di Natale è stato trovato un cigno morto sulle rive del lago di Bienne, vicino a Erlach (Cerlier). Le analisi di laboratorio hanno permesso di determinare che l’uccello era infetto dal virus dell’influenza aviaria H5N6. Gli accertamenti effettuati dall’USAV e dalle autorità veterinarie cantonali hanno confermato l’assenza di altri casi fino a oggi. Per il momento non sono quindi previste misure preventive.

L’H5N6 è stato riscontrato anche nei Paesi Bassi e risulta essere una mutazione del virus H5N8 diffusosi in Europa lo scorso inverno. La tipologia di H5N6 riscontrata in Europa è diversa da quella presente in Asia, che può essere trasmessa all’essere umano. Non vi sono invece indizi di una tale possibilità di trasmissione per quanto riguarda quella europea.
Riassumendo: i casi riscontrati la scorsa estate nei nostri laghi (si veda il comunicato stampa del 15 agosto 2017) evidenziano che il virus dell’influenza aviaria permane in Svizzera negli uccelli selvatici ed è quindi richiesta vigilanza. I detentori di pollame domestico devono segnalare al veterinario qualsiasi caso di morte sospetta. Chi dovesse rinvenire carcasse di uccelli è pregato di non toccarle e di informare gli organi di protezione della fauna o la polizia più vicini.

top

Il saggio non si giudica indegno dei doni della fortuna, non ama le ricchezze ma preferisce averle; non le accoglie nell’animo ma le tiene in casa; non rifiuta quelle che possiede ma le domina e vuole che essa offrano maggiori possibilita’ alla sua virtu’.

Seneca

 
Sponsors