• 11208 Almanacco del Grigioni Italiano 2018
  • 11083 Tracce del passato? No! Tracce del futuro?
  • 10954 SCOUT DEL MOESANO - Si ricomincia ...
Lettere dei lettori
mercoledì 29 novembre 2017.
Accordo tra il comune di Roveredo e Alfred Müller
di Giovanni Gobbi

È da subito evidente, sul comunicato diramato dal Municipio riguardante l’accordo stipulato con l’immobiliare Alfred Müller, una frase molto ambigua, ossia: “La messa in evidenza dell’impegno di collaborare in modo trasparente rispettando le esigenze procedurali derivanti dall’interesse pubblico”.
Proprio lo stesso comunicato, infatti, dimostra l’esatto contrario di quanto, invece, si vorrebbe far credere ai cittadini di Roveredo! Se ci fosse davvero trasparenza, il Municipio pubblicherebbe l’accordo nella sua forma originale e integrale piuttosto di farne un riassunto che solleva soltanto qualche curiosità e molti dubbi.
È vero che formalmente il Municipio non ha l’obbligo di pubblicare l’accordo, ma è altrettanto vero che la votazione popolare del 15 gennaio 2017 non ha conferito al Municipio il mandato di firmare un accordo ma ha semplicemente legittimato l’esecutivo a portare avanti le trattative con il colosso immobiliare. Nella sostanza del comunicato si evidenzia anche la citata come seconda fase di collaborazione riguardante il piano d’area e i costi a esso legati. Su questo preciso argomento il comunicato dice: “Alfred Müller s’impegna ad approfondire a sue spese il progetto sulla base di uno studio di mercato e di allestire una proposta di piano d’area per le zone e le opere di sua competenza”.Questo sta quindi a significare - ahi noi! - che quasi tutti i costi del piano d’area saranno a carico del nostro Comune, questo anche in virtù di quanto già deciso dal Consiglio comunale il 19 ottobre 2016, in occasione dell’accettazione del credito di Fr. 200’000 per l’allestimento, per l’appunto, del piano d’area, la redazione dei contratti di vendita e la votazione popolare. Tengo qui a precisare che l’investitore zugano, Alfred Müller, è stato scelto sulla base di un concorso su invito con base un “bando di concorso” piuttosto articolato e specifico, ma, purtroppo, poco favorevole al Comune di Roveredo, di cui vi cito il punto:
3.1 Elaborazione piano d’area e costruzione delle infrastrutture:
I partecipanti devono elaborare un piano d’area e un progetto di massima all’interno del perimetro di studio di Piazza Stazione ecc. Il piano d’area definisce volumetria, estensione e qualità dell’edificazione proposta nei comparti edificabili, che entreranno in possesso dell’investitore, e delle opere e infrastrutture proposte per l’area pubblica.

Mi sembra con ciò sufficientemente chiaro, in virtù del bando di concorso su invito e di tutti gli investitori che vi hanno concorso, che il piano d’area deve essere allestito e pagato interamente dalla Alfred Mülller AG, contrariamente vi sarebbe un NON RISPETTO del bando di concorso. La decisione del Municipio di assumere parte dei costi è quindi scorretta e annullabile.
Pertanto, invito il Municipio, la Commissione di gestione e il Consiglio comunale a rivedere questa decisione al fine di riportare gli accordi nella piena legalità a favore degli interessi del Comune e di tutta la popolazione di Roveredo.
A questo aggiungo che, se le nostre autorità comunali sono determinate a voler fare importanti regali a un privato, che si mantengano, perlomeno, al rispetto delle differenti competenze come da Statuto comunale: Art. 28 cap. b)il Municipio può decretare spese uniche non preventivate sino alla somma di Fr. 20’000 per ogni singolo caso,….. rimettendo al voto del legislativo il generoso regalo al colosso immobiliare zugano, Alfred Müller AG.

Gobbi Giova, ex Sindaco di Roveredo

top

“Lo scender ne l’Averno è cosa agevole ché notte e dì ne sta l’entrata aperta; ma tornar poscia a riveder le stelle, qui la fatica e qui l’opra consiste.”

Virgilio

 
Sponsors