• 11208 Almanacco del Grigioni Italiano 2018
  • 11083 Tracce del passato? No! Tracce del futuro?
  • 10954 SCOUT DEL MOESANO - Si ricomincia ...
Cultura
domenica 26 novembre 2017.
Ignazio Cassis all’Assemblea del Forum

San Gallo ha ospitato sabato l’annuale assemblea del Forum per l’italiano in Svizzera che ha visto una folta partecipazione dei rappresentanti delle organizzazioni associate e di numerosi altri interessati. Alla presenza del Consigliere federale Ignazio Cassis, i lavori sono stati diretti dal prof. Renato Martinoni, ordinario di letteratura italiana all’UNI di San Gallo.



Nel suo intervento Cassis ha riconosciuto l’importanza del Forum, del lavoro svolto dalle organizzazioni associate e ha riaffermato il suo impegno nel sostenere la lingua e la cultura italiana nella massima istituzione del Paese e a rappresentare le attese dei molti italofoni che risiedono in Svizzera. L’Assemblea, che ha molto apprezzato l’intervento del Consigliere federale, ha successivamente fatto il punto sullo stato della lingua italiana nei diversi settori d’attività: italiano lingua ufficiale svizzera; gli svizzeri conoscono la lingua italiana; cultura italiana e svizzeroitaliana in Svizzera; quadrilinguismo e sfide della globalizzazione.



Durante la seduta si è proceduto alla premiazione del Concorso indetto dal Forum “Chi ci capisce è bravo!” indirizzato a giovani e adulti residenti in Svizzera con lo scopo di rendere visibile e valorizzare la presenza dell’italiano nel contesto del plurilinguismo elvetico. Nella categoria bambini il primo premio è stato attribuito alla Scuola della Pro Ticino di Basilea, per i giovani allo studente universitario Rocco Cavalli , mentre per la categoria adulti il primo premio è stato assegnato a Giovanni Bruno, il secondo a Marica Iannuzzi ,mentre Elena Giacometti ha ottenuto una menzione speciale.
Approvati i conti 2016 e il preventivo 2018, l’Assemblea ha ratificato l’adesione dell’Associazione “Berna Arte e Cultura” . Sono quindi 37 le organizzazione che compongono il Forum , che ha pure riconfermato il proprio impegno di opporsi all’iniziativa No Billag in quanto una sua accettazione priverebbe la diffusione dell’italiano nel contesto svizzero, oggi assicurata dalla Radiotelevisione svizzera di lingua italiana.



top

“Lo scender ne l’Averno è cosa agevole ché notte e dì ne sta l’entrata aperta; ma tornar poscia a riveder le stelle, qui la fatica e qui l’opra consiste.”

Virgilio

 
Sponsors