• 12341 Mar sporco!
  • 12302 I soliti ... cani!
  • 12188 Andrea Vitali a Grono
Comunicati
venerdì 24 novembre 2017.
Imposta su eredità ridotta per parenti prossimi

(ats) L’imposta sull’eredità da versare al Cantone dei Grigioni potrebbe, in futuro, essere annullata per genitori e concubini e ridotta per i parenti più prossimi. È la proposta del Governo retico nell’ambito della revisione parziale delle leggi cantonali e comunali sulle imposte in base a un incarico accolto dal Gran Consiglio, in consultazione da oggi.

L’imposta sulle successioni attualmente riscossa è del 10% del valore imponibile complessivo dell’eredità, mentre con il passaggio all’imposta sulle quote ereditarie (quella che attualmente possono riscuotere i Comuni) la parte che ciascun erede dovrà versare per la propria quota dipenderà dal grado di parentela rispetto al defunto.

Il Governo retico spiega i principali cambiamenti in una nota odierna: innanzitutto, oltre ai coniugi e ai figli, anche genitori e concubini saranno esentati dal pagare tale imposta, come avviene già nella maggioranza dei Comuni. Inoltre, "per la stirpe dei genitori (fratelli e sorelle, nipoti, ecc.) trova applicazione un’aliquota ridotta al 5% a livello cantonale e al massimo al 5% (come oggi) a livello comunale". Per gli altri eredi l’aliquota per il Cantone aumenta, invece, dal 10 al 15% e per i Comuni viene stabilita a un massimo pari al 20% (finora 25).

Questo meccanismo, conclude la nota, comporterà per il Cantone minori entrate per 3,5-4 milioni di franchi, mentre i Comuni possono attendersi entrate leggermente superiori.

top

C’è più imbecilli tra i dotti che tra gli ignoranti: più villanie si commettono in città che in campagna: più barbarismi diconsi nelle accademie che nel mercato: più atti di barbarie si fanno in gente incivilita che in barbara.

Niccolò Tommaseo, Pensieri morali, 1845

 
Sponsors