• 11208 Almanacco del Grigioni Italiano 2018
  • 11205 Gerry Mottis - Terra bruciata
  • 11192 Mosconi sul sofà 4
  • 11083 Tracce del passato? No! Tracce del futuro?
  • 10954 SCOUT DEL MOESANO - Si ricomincia ...
Regionale
giovedì 2 novembre 2017.
Crescono i frontalieri, in Ticino e Grigioni più della media

(ats) Continua ad aumentare il numero di lavoratori frontalieri in Svizzera: nel terzo trimestre erano pari a 317’051. Rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno, l’incremento è del 2,8%. In Ticino e nei Grigioni la crescita è superiore alla media nazionale. Lo indica oggi l’Ufficio federale di statistica (UST).

Nel cantone sudalpino, nel terzo trimestre sono stati registrati 65’184 frontalieri. L’incremento rispetto al periodo luglio-settembre 2016 è del 4,9%.

Nei Grigioni i frontalieri erano 6125. Il +4,6% in più rispetto al terzo trimestre del 2016.

A livello di regioni, la Svizzera centrale ha registrato l’incremento più forte (+5,0%). In cifre assolute i frontalieri sono però pochi (2014 persone).

Aumenti superiori alla media nazionale anche a Zurigo (+3,7%), Svizzera orientale (pure +3,7%) e nella regione del Lemano (+2,9%). È in questa macroregione, che comprende Ginevra, dove si conta il maggior numero di frontalieri: 116’939 persone.

La Francia rimane il Paese maggiormente rappresentato con 171’835 lavoratori (+2,3% su un anno). Seguono gli italiani (72’983 persone, +5,0%), i tedeschi (61’824, +1,3%) e gli austriaci (8’274, +1,9%).

Il settore terziario fa da traino. Rispetto al terzo trimestre del 2016, l’incremento è risultato del 4,2% a 208’873 unità. Stabile il settore secondario (+0,1% a 106’224 unità), e in crescita il settore primario (+1,9% a 1’955 unità).

A livello ticinese la tendenza è analoga: nel terziario sono impiegati 41’181 lavoratori frontalieri, il 7,1% in più rispetto al terzo trimestre del 2016. Nel secondario sono 23’495, con un incremento dell’1,4%. Calo invece nel primario: -3,3% a 509.

Nei Grigioni sono impiegate 124 persone nel primario (+13,8%), 2172 nel secondario (+0,8%) e 3830 nel terziario (+6,6%).

L’UST ha anche comunicato le variazioni rispetto al secondo trimestre 2017. A livello nazionale l’incremento è dello 0,3%, in Ticino c’è stato un calo dello 0,3% e nel Grigioni una crescita dell’1,7%.

top
 
Sponsors