• 10434 Soazza - Mostra del libro
  • 10430 Swingando à la carte
  • 10346 «Il fascino discreto delle vestigia»
    Dal 19 maggio al 18 giugno 2017 ...
  • 9113 My Charm - Moesa d’AUr
  • 8344 Fuori ... posto!
Regionale
mercoledì 15 marzo 2017.
Scontro frontale: ce lo aspettavamo!
Ovvero come non imparare dalla storia!

Riprendiamo dal Corriere del Ticino la lettera del lettore Giacomo Realini che si sofferma sull’incidente mortale avvenuto nella galleria di San Fedele.

Quando lo scorso novembre fu presentata la deviazione di Roveredo realizzata in galleria a scorrimento bi-direzionale, mi son messo le mani fra i capelli.
Ma come, mi sono chiesto, non sono bastati tutti quei morti quando c’era quel tratto semi-autostradale a corsia di sorpasso alternata?
Ma si può, dopo tante brutte esperienze fatte in zona, realizzare una galleria che possa generare uno scontro frontale tra veicoli?
È stato detto che la scelta è stata fatta per ragioni di costi. Le finanze valgono più della vita delle persone?
È vero che la segnaletica è stata improntata in modo chiaro, ma passare da un’autostrada ad un tratto con il senso inverso è troppo pericoloso.
Se quattro corsie costavano troppo, allora si doveva farne due a una sola corsia. Si sarebbe raggiunto il risultato di evitare almeno lo scontro frontale.
E così, dopo nemmeno quattro mesi dall’apertura, ecco il primo frontale con un decesso. E una signora che viaggiava tranquilla sulla sua "metà" ignara che il destino (o un automobilista disgraziato) le aveva preparato una trappola mortale.
Purtroppo devo concludere con avanti il prossimo?
Spero che qualcuno se la metta sulla coscienza!

top

Mi considerano pazzo perché non voglio vendere i miei giorni in cambio di oro. E io li giudico pazzi perché pensano che i miei giorni abbiano un prezzo.

Gibran

 
Sponsors