• 9113 My Charm - Moesa d’AUr
  • 8344 Fuori ... posto!
Varie
lunedì 13 marzo 2017.
Assemblea annuale dei soci della Pgi Moesano
di Lino Succetti

L’assemblea annuale dei soci della Pro Grigioni italiano Sezione Moesano, che coincideva con il 75esimo della fondazione della prima Commissione culturale di Mesolcina e Calanca, si è tenuta domenica 12 marzo nell’Aula Magna della Scuola di Grono.

Durante l’Assemblea, nella sua relazione annuale, la presidente ad interim Petra Talamona ha dapprima ricordato le molteplici attività svolte durante l’anno 2016: tra l’altro l’organizzazioine della mostra collettiva “Luomo e la terra” nella Torre Fiorenzana, spettacoli teatrali e concerto d’organo per i bambini, presentazione di autori, la gita a Bondo per l’esposizione ”Alberto Giacometti. A casa” e la manifestazione dell’8 dicembre “Tra raggi luminosi e massi incisi” a Verdabbio, dedicata ai vent’anni dell’installazione artistica di Reto Rigassi nella chiesetta di Valodort, seguita da una passeggiata archeologica tra i massi cupellari.


L’Assemblea è poi passata alla nomina del Comitato sezionale, in gran parte rinnovato e che ora risulta composto dalla Presidente Nicole Santi, coadiuvata Da Simone Cattaneo, Dorotea Donth-Franciolli, Alessandro Peroschi, Renata Rigassi Codoni e Eleonora Righetti.

Altro punto importante dell’assemblea è stata la presentazione del Programma 2017, così riassunto anche sul sito internet dall’operatrice culturale Aixa Andreetta:

“Seguendo la via imboccata negli anni precedenti, la Pgi Moesano propone anche per il 2017 un calendario intenso e ben differenziato, all’insegna di preziose conferme e interessanti novità. Il programma è stato realizzato tenendo conto dei fondamentali obiettivi perseguiti dal Centro regionale, pilastri che si stanno consolidando nel tempo, quali la promozione e valorizzazione del patrimonio culturale e linguistico regionale; il rafforzamento delle proficue collaborazioni con gli enti affini operanti nella nostra regione e lo sviluppo del bacino d’utenza, proponendo attività che possano coinvolgere tutte le fasce della popolazione, per non escludere nessuno e per migliorare la coesione grigionitaliana. Queste linee guida sorreggono i diversi appuntamenti annuali, siano questi i puntuali incontri o gli eventi di maggiore rilievo. Nel 2017 la Pgi Moesano riconferma alcune attività già note (come la rassegna cinematografica al castello di Mesocco, la giornata di valorizzazione di un paese di Mesolcina o Calanca, le conferenze tematiche) e si rinnova con altre manifestazioni organizzate per la prima volta, come la colonia diurna estiva per i ragazzi o le letture nelle case di cura per la terza età. Oltre alle date in calendario, il quale sarà distribuito in tutte le case nelle prossime settimane, il Comitato regionale, sta lavorando anche su alcuni progetti a lunga gettata. Ad esempio è in corso la trascrizione delle interviste registrate nel 2014, destinate ad essere raccolte in un e-book; queste potranno essere comodamente lette e ascoltate in un formato moderno e semplice, che permetterà anche in futuro di integrare altre testimonianze orali. Uno scrigno dove sono racchiusi i segreti di un passato recente da proteggere e divulgare. Inoltre, in collaborazione con i vari comuni di Mesolcina e Calanca, nel 2017 si realizzerà un TOTEM RSI sul Moesano. Questa stazione multimediale rappresenta una bella occasione per recuperare la memoria collettiva riguardante la regione, al fine di poterla valorizzare al meglio. I più giovani potranno imparare e scoprire tradizioni e peculiarità del Moesano e i meno giovani avranno la possibilità di rivivere tramite le immagini del passato o gli aneddoti di conoscenti, episodi che hanno segnato le loro vite”.

Dopo l’assemblea, nella sala addobbata nello stile salotto dell’Ottocento, luogo privilegiato dello scambio e del confronto culturale, si è esibito il quartetto King’s Opera che con una composizione per voce e pianoforte ha allietato i numerosi presenti con la rappresentazione di La Tosca, selezione del melodramma in tre atti di Giacomo Puccini. Li.


top

E’ meglio aver a che fare con cento briganti, piuttosto che con un solo stupido.

Proverbio calabrese

 
Sponsors